23 novembre 2016

Chi Siamo

massimoMassimo

Entusiasta, curioso, preciso, ho sempre sognato di creare un progetto dalla a alla z e di lavorare in ambito gastronomico. Da piccolo, visitavo tutte le paninoteche in cui mi imbattevo, per prendere ispirazioni, per immagazzinare idee, perché ero certo che alla fine qualcosa lo avrei creato. Così, dopo diversi anni trascorsi a lavorare per Slow Food, dove ho approfondito le mie conoscenze nel campo dell’organizzazione degli eventi, ho deciso di cambiare vita e di dare voce al mio sogno nel cassetto. Nasce proprio così Brambù, dall’unione della mia passione per la gastronomia a quella per i viaggi. Qualità, ricerca di materia prima d’eccellenza, studio costante di nuovi panini e abbinamenti insoliti. Non riesco mai a stare fermo, quindi cambio, sposto, creo e ora la nuova sfida è quella di abbinare la cucina veneta a quella piemontese!

 

Irene

Chiedetemi di partire per un lungo viaggio alla scoperta di nuovi prodotti, per visitare aziende e per conoscere nuovi appassionati di gastronomia, non potrò resistere alla tentazione. Laureata all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (Cn), ho fatto della passione la mia parola d’ordine per organizzare la mia quotidianità. Estremamente curiosa, decisamente iperattiva, sempre alla ricerca di nuove avventure, ho incontrato Massimo mentre lavoravo per Slow Food e con lui sono salita a bordo di Brambù. Ho cercato quindi di far diventare fornitori del nostro food truck, i produttori di qualità che ho incontrato in questi anni, cercando di integrare alle tipicità piemontesi, le mie origini venete, per creare un menù molto originale.